• Terapie dell'infertilità

    Se il problema riguarda lei perché l’ovulazione non si verifica (ad esempio alcuni casi di ovaio policistico) possiamo stimolarla con  farmaci idonei, spesso gli stessi ormoni  (ma in quantità un po’ superiore) che il corpo umano produce. Talvolta è sufficiente solo dimagrire in caso di obesità o disfunzioni ormonali. Quando però le tube sono chiuse o non funzionano bene, se un intervento chirurgico dà poche garanzie, si può usare la Fecondazione in Vitro.

    Con questa tecnica, l’ovocita prelevato dalla donna può incontrare gli spermatozoi in un ambiente esterno al corpo umano ma idoneo per la fecondazione e lo sviluppo dell’embrione. Dopo 2 o 3 giorni dalla fecondazione, uno o più embrioni vengono delicatamente trasferiti dal medico nell’utero dove potranno impiantarsi per iniziare la gravidanza. Se la donna non produce abbastanza muco cervicale o questo è ostile agli spermatozoi  i migliori di essi potranno essere  selezionati in laboratorio ed iniettati durante il periodo ovulatorio in utero.

    Quando la causa di infertilità è invece l’uomo le tecniche oggi ci consentono di affrontare quasi tutti i casi, anche quelli in cui non si trovano spermatozoi nel liquido seminale. Questo vuol dire che oggi  oltre il 95% degli uomini  a qualsiasi età ed in qualsiasi situazione può dare un proprio figlio ad una donna. Nei casi più gravi con una tecnica chiamata ICSI basta un solo spermatozoo da inserire  nell’ovocita ed ottenere così la fecondazione ed un embrione da trasferire nell’utero. 

    Anche quando le cause dell’infertilità in una coppia (infertilità inspiegata) non si trovano proprio è possibile avere un figlio combinando alcune delle terapie che abbiamo già visto sopra.

Corso di aggiornamento sull’Infertilità di Coppia

 

incontro fertilità
Il 4 Giugno si è svolto il 5° Corso di aggiornamento sull’Infertilità di Coppia diretto dal Prof. Claudio Manna del Centri Genesis e Biofertility. Le novità hanno riguardato aspetti che si stanno sempre di più imponendo alla nostra attenzione. Sono stati trattati temi come l’impatto della fecondazione assistita eterologa e la Diagnosi preimpianto. Si è parlato molto del rapporto e della relazione tra il Medico e le Coppie.Sono state presentate alcune tecniche endoscopiche e trattati anche certi rischi professionali, collegati alla diagnosi e terapia dell’infertilità. Hanno partecipato numerosissimi medici, psicologi, ostetriche.

 
RASSEGNA STAMPA DEL CORSO
okmedicina.it - "I rischi e i problemi nella praticadell'infertilità", quanto costa il rapporto medico-paziente?
giornaledellumbria.it - Fecondazione, nel 40% dei casi coppie abbandonano per rapporto col medico
sardegnamedicina.it - Pma, l’indagine: quanto conta il rapporto medico-paziente?
dottorsalute.info - PMA: spesso pazienti abbandonano trattamenti per rapporto col medico
benessere.com - V Corso di Medicina della Riproduzione
insalutenews.it - PMA: un’indagine rivela che spesso i pazienti abbandonano i trattamenti a causa del rapporto col medico
imgpress.i - Quanto conta il rapporto medico-paziente?
focus.it - Fecondazione, nel 40% dei casi coppie abbandonano per rapporto col medico
notizie.yahoo.com - Fecondazione, nel 40% dei casi coppie abbandonano per rapporto col medico
panorama.it - Fecondazione, nel 40% dei casi coppie abbandonano per rapporto col medico
radioveronicaone.it - Fecondazione, nel 40% dei casi coppie abbandonano per rapporto col medico
panoramasanita.it - Pma: le cause dell’abbandono dei trattamenti dipendono al 40% dal rapporto medico-coppia infertile
salutepiu24.com - Infertilità, il 40% dell'abbandono dei trattamenti dipende dal rapporto medico-paziente
iltempo.it - Fecondazione, nel 40% dei casi coppie abbandonano per rapporto col medico
http://www.ilmeteo.it/notizie/italia/fecondazione-nel-dei-casi-coppie-abbandonano-per-rapporto-col-medico-395729