• Trasferimento degli embrioni - Transfer

    Viene effettuato in genere due o tre giorni dopo il prelievo ovocitario. E' una procedura molto semplice per la donna ma di massima attenzione per il medico e somiglia molto a quella dell'inseminazione intrauterina.

    Uno o più embrioni, sospesi nella goccia di uno speciale liquido sono aspirati in un tubicino di plastica (catetere) e delicatamente inseriti nell'utero. Il procedimento non è doloroso e richiede una decina di minuti. Dopo 30-60 minuti di riposo la paziente può tornare a casa. Nei giorni successivi al transfer si può continuare una vita normale. Dopo 10-12 giorni è possibile eseguire il test ematico di gravidanza (beta -HCG nel sangue)

L'apparato riproduttivo femminile

L'apparato riproduttivo femminile è costituito da un insieme di organi situati nella porzione inferiore dell’addome che si chiama pelvi o bacino. Questi organi sono principalmente interni e collegati all’esterno tramite la vagina

Fanno parte dell’apparato riproduttivo i seguenti organi:

Ovaie, Utero, Tube , Vagina.

Le Ovaie sono organi che producono gli ovociti.

La Vagina è un canale che dall’esterno dell’ organismo porta all’utero e si collega alla sua parte inferiore, chiamata cervice. Questa giunzione costituisce i fornici vaginali. In pratica l’utero attraverso la cervice sporge in vagina.

L’Utero a sua volta si espande all’interno del bacino con la sua porzione maggiore chiamata corpo dell’utero. Esso ai due estremi laterali e superiori si continua con le Tube, due complessi canali che nella loro parte terminale, detta padiglione per la sua forma allargata, sono invece a stretto contatto con le ovaie .