• L’isterosonosalpingografia (HSSG)

    L’isterosonosalpingografia (HSSG) rappresenta una metodica più recente per la valutazione della pervietà tubarica. Si tratta di una procedura ecografica, quindi priva di emissioni di raggi X, nella quale si può utilizzare la semplice soluzione salina sterile come contrasto per la valutazione delle tube.Questa metodica, avendo dimostrato una buona attendibilità e una buona concordanza con isterosalpingografia, laparoscopia e isteroscopia, viene sempre più utilizzata.

    Si tratta infatti di una metodica meno invasiva e, generalmente, meno fastidiosa dell’isterosalpingografia. Inoltre,
    l’assenza di emissione di raggi X consente il tentativo di concepimento anche immediatamente dopo l’esecuzione della stessa. Alcuni lavori in letteratura, addirittura, descrivono un incremento del tasso di gravidanza spontanea nei mesi successivi all’esecuzione dell’HSSG, probabilmente per un effetto benefico di “lavaggio” della tube stesse. L’esame, inoltre, fornisce informazioni sulla cavità uterina e sulla morfologia delle ovaie (non valutabile mediante ISG). L’assenza del mezzo di contrasto iodato rende questa metodica meno rischiosa dell’ISG, in quanto non c’è il rischio di incorrere in reazioni allergiche. Un ulteriore vantaggio della metodica è rappresentato, inoltre, dall’essere meno fastidiosa dell’ISG. Il principale limite dell’HSSG è rappresentato dall’essere molto “operatore dipendente”; si tratta infatti di un esame dinamico, che va quindi interpretato durante l’esecuzione dello stesso e che va pertanto eseguito da operatori molto esperti nella metodica. La nostra esperienza in proposito è molto ampia, pertanto eseguiamo questo esame come prima scelta per verificare la pervietà tubarica.

     

     

La vagina

La vagina è un canale chiuso in alto dalla cervice. Oltre che per l'atto sessuale, serve anche come canale per il parto. Il suo rivestimento interno è una mucosa che nelle donne in età feconda sotto l’azione degli estrogeni secerne glicogeno. I batteri vaginali, i lattobacilli, normalmente ospiti della vagina, utilizzano questo glicogeno per produrre un acido debole, l'acido lattico, che contribuisce a prevenire le infezioni batteriche vaginali

 

La vagina è un canale chiuso in alto dalla cervice. Oltre che per l'atto sessuale, serve anche come canale per il parto. Il suo rivestimento interno è una mucosa che nelle donne in età feconda sotto l’azione degli estrogeni secerne glicogeno. I batteri vaginali, i lattobacilli, normalmente ospiti della vagina, utilizzano questo glicogeno per produrre un acido debole, l'acido lattico, che contribuisce a prevenire le infezioni batteriche vaginali.

La vagina è lubrificata dalla secrezione di sostanze fluide prodotte dalla stessa e dal canale cervicale. Quest’ultimo inoltre è responsabile della produzione del muco cervicale che, nei giorni precedenti l’ovulazione, è presente in abbondanza; la donna in genere si accorge di questa secrezione che può essere sentita anche tra le dita come un fluido chiaro e filante. Queste caratteristiche indicano il periodo in cui per avere un figlio è preferibile avere i rapporti sessuali.