Logo

Laboratorio FIVET - Inseminazione e fecondazione

Dopo il prelievo ovocitario (Pick-Up) gli ovociti vengono subito esaminati per la valutazione del grado di maturità (filmato ricerca ovociti) immersi in un liquido speciale di coltura e trasferiti per alcune ore in un particolare incubatore a 37° (la temperatura corporea della donna).

Successivamente gli ovociti vengono inseminati, ossia vengono messi a contatto con gli spermatozoi. La loro preparazione è simile a quella descritta per l’inseminazione intrauterina. Con l’ingresso di uno spermatozoo nell’ovocita inizia il lungo processo di fecondazione che dopo circa 20 ore porterà alla fusione del “pronucleo” materno e di quello paterno: a seguito di ciò si forma lo “zigote” cioè l’embrione costituito da una sola cellula.

Dopo circa 44 ore dal prelievo degli ovociti l'embrione, che a questo punto di norma raggiunge lo stadio di 2-4 cellule, è pronto per essere trasferito.

Il transfer può essere eseguito anche ad uno stadio più avanzato di sviluppo embrionale, fino a 5 o 6 giorni dalla fecondazione , “blastocisti”.

In pratica si cerca di ottenere la fecondazione di più ovociti in modo da trasferire più embrioni per aumentare le probabilità di gravidanza.

© 2015 Tutti i diritti riservati