• Terapie tubariche


    Oggi le cause tubariche di infertilità si risolvono, anzitutto, con le tecniche di Fecondazione Assistita. In alcuni casi selezionati possono essere usate terapie chirurgiche specialmente mediante la laparoscopia.

    I casi più indicati per le terapie chirurgiche sono quelli in cui le tube sono poco dannegiate e in cui le aderenze (piccole brigli che si formano vicino le tube) possono essere facilmente rimosse.

     

     

Liquido seminale molto liquido e acquoso

Email dell'utente:

Salve, ho 35 anni e da circa un mese ho notato un cambiamento significativo nel colore e nella consistenza del mio sperma.
Ho contratto una tonsillite molto forte, tale da avere placche e anche ascesso.
Il medico curante mi ha prescritto due antibiotici da assumere 2 volte al giorno e un cortisone per abbassare la febbre quasi sempre superiore a 40 °C.
Dopo 2 giorni la febbre è scesa e probabilmente a causa della cura e della malattia, le mie difese immunitarie si sono abbassate, questo mi ha portato a contrarre un erpes esteso al labbro e all'occhio sinistro che ho curato e ad oggi, pare che stia bene.
In quel periodo, ha cominciato a manifestarsi questo cambiamento nell'aspetto di cui sopra citavo del mio sperma che continua tutt'oggi.
Prima di rivolgermi ad un medico per una visita specialistica, gradirei un vostro parere.
Mi sono sposato da poco ed io e mia moglie vorremmo presto un bambino.
Sono molto preoccupato!!!!
Buon lavoro. Domenico

Gentile Signore,
gli antibiotici possono alterare sia la quantità che la qualità degli
spermatozoi, quindi l'aspetto del liquido seminale. In genere questi effetti
negativi sulla spermatogenesi svaniscono completamente dopo 2 mesi circa. Le
consiglio comunque di fare una visita andrologica di controllo,
ecocolordoppler testicolare ed uno spermiogramma, ma quest'ultimo solo, come
le spiegavo, a 2 mesi dalla fine della terapia antibiotica.
Cordiali saluti, Dr. Daniele Gianfrilli