• L'isteroscopia (ISC)

    hysteroscopy

    L’isteroscopia diagnostica è un’indagine strumentale mirata allo studio della cavità uterina, cioè delle sue pareti interne. Consiste in una procedura ambulatoriale che non richiede l’uso di anestesia locale o generale. L’esame va eseguito entro il 14°giorno dall’inizio del ciclo, una volta che sia terminato il flusso mestruale. L’esame consiste nell’introduzione in utero (passando attraverso la vagina e il canale cervicale) di uno strumento sottile con all’interno delle fibre ottiche.

    Per consentire la visione della cavità uterina è necessario distendere le pareti uterine con gas (CO2) o liquidi (soluzioni saline, glucosio al 5%). Nel corso dell’esame può essere necessario eseguire un prelievo di tessuto endometriale, per sottoporlo a biopsia, oppure procedere all’asportazione di piccoli polipi endocavitari.

    In alcuni casi (4% circa), una stenosi serrata del canale cervicale può rendere difficoltoso o impossibile l’esame. Un’ISC dura in genere pochi minuti (1-3 minuti circa) e, fatta da un buon operatore, risulta un esame assolutamente sopportabile. In alcuni casi può indurre un lieve dolore addomino-pelvico (simil-mestruale) e/o un dolore transitorio a livello della regione scapolare causato dal mezzo gassoso (CO2).

    Nella nostra lunga esperienza, l’accettabilità di questo esame è risultata ottima. Le possibili complicanze di questo esame sono molto rare (1 caso su 1000) e comprendono: perforazione della parete uterina con possibilità di doversi sottoporre a intervento chirurgico; infezione pelvica con febbre; reazione vagale, ossia abbassamento della pressione arteriosa, lipotimia e, in rarissimi casi, complicanze maggiori. Controindicazioni assolute all’esecuzione dell’esame isteroscopico sono la gravidanza e le infezioni acute della pelvi. Nei casi di infertilità inspiegata e, soprattutto, di precedenti tentativi falliti della fecondazione assistita, eseguiamo quasi sempre l’isteroscopia.

Fertily Day, il 7 maggio test gratuiti al Centro Biofertility

Giornata Nazionale Fertilità, 7 maggio, 2016

La fertilità è un diritto. Per questo il Centro di Medicina della Riproduzione Biofertility di Roma, offrirà gratuitamente, solo il 7 maggio, i principali test di fertilità per la coppia con consegna immediata dei relativi referti.
I test, che saranno eseguiti gratuitamente previo appuntamento, sono due: la conta dei follicoli antrali della donna e lo spermiogramma per l’uomo.

La conta dei follicoli antrali è un importantissimo esame, eseguito attraverso l’ecografia, per "contare" i piccoli follicoli presenti nelle ovaie. Una maggiore o minore presenza di questi follicoli esprime la potenzialità riproduttiva di una donna, al di là dell’età anagrafica, la cosiddetta riserva ovarica.

Lo spermiogramma consente, invece, di valutare la "qualità" dello sperma dell’uomo. Si tratta di un esame fondamentale con il quale il medico e il biologo misurano la concentrazione di spermatozoi, il loro movimento e la loro forma nel liquido seminale. Una concentrazione scarsa, una limitata mobilità, o una forma anomala degli spermatozoi può essere segno di infertilità maschile.

Biofertility consiglia a tutte le coppie che desiderano avere figli ma che, nonostante i vari tentativi, non ci sono finora riuscite, o alle coppie che vogliono pianificare al meglio la propria vita riproduttiva di prenotare un appuntamento presso il centro in via degli Eroi di Rodi, 214 – Roma, chiamando il numero 06 8415269, per eseguire il 7 maggio gli esami diagnostici gratuiti.