• Terapie dell'infertilità

    Se il problema riguarda lei perché l’ovulazione non si verifica (ad esempio alcuni casi di ovaio policistico) possiamo stimolarla con  farmaci idonei, spesso gli stessi ormoni  (ma in quantità un po’ superiore) che il corpo umano produce. Talvolta è sufficiente solo dimagrire in caso di obesità o disfunzioni ormonali. Quando però le tube sono chiuse o non funzionano bene, se un intervento chirurgico dà poche garanzie, si può usare la Fecondazione in Vitro.

    Con questa tecnica, l’ovocita prelevato dalla donna può incontrare gli spermatozoi in un ambiente esterno al corpo umano ma idoneo per la fecondazione e lo sviluppo dell’embrione. Dopo 2 o 3 giorni dalla fecondazione, uno o più embrioni vengono delicatamente trasferiti dal medico nell’utero dove potranno impiantarsi per iniziare la gravidanza. Se la donna non produce abbastanza muco cervicale o questo è ostile agli spermatozoi  i migliori di essi potranno essere  selezionati in laboratorio ed iniettati durante il periodo ovulatorio in utero.

    Quando la causa di infertilità è invece l’uomo le tecniche oggi ci consentono di affrontare quasi tutti i casi, anche quelli in cui non si trovano spermatozoi nel liquido seminale. Questo vuol dire che oggi  oltre il 95% degli uomini  a qualsiasi età ed in qualsiasi situazione può dare un proprio figlio ad una donna. Nei casi più gravi con una tecnica chiamata ICSI basta un solo spermatozoo da inserire  nell’ovocita ed ottenere così la fecondazione ed un embrione da trasferire nell’utero. 

    Anche quando le cause dell’infertilità in una coppia (infertilità inspiegata) non si trovano proprio è possibile avere un figlio combinando alcune delle terapie che abbiamo già visto sopra.

Fertily Day, il 7 maggio test gratuiti al Centro Biofertility

Giornata Nazionale Fertilità, 7 maggio, 2016

La fertilità è un diritto. Per questo il Centro di Medicina della Riproduzione Biofertility di Roma, offrirà gratuitamente, solo il 7 maggio, i principali test di fertilità per la coppia con consegna immediata dei relativi referti.
I test, che saranno eseguiti gratuitamente previo appuntamento, sono due: la conta dei follicoli antrali della donna e lo spermiogramma per l’uomo.

La conta dei follicoli antrali è un importantissimo esame, eseguito attraverso l’ecografia, per "contare" i piccoli follicoli presenti nelle ovaie. Una maggiore o minore presenza di questi follicoli esprime la potenzialità riproduttiva di una donna, al di là dell’età anagrafica, la cosiddetta riserva ovarica.

Lo spermiogramma consente, invece, di valutare la "qualità" dello sperma dell’uomo. Si tratta di un esame fondamentale con il quale il medico e il biologo misurano la concentrazione di spermatozoi, il loro movimento e la loro forma nel liquido seminale. Una concentrazione scarsa, una limitata mobilità, o una forma anomala degli spermatozoi può essere segno di infertilità maschile.

Biofertility consiglia a tutte le coppie che desiderano avere figli ma che, nonostante i vari tentativi, non ci sono finora riuscite, o alle coppie che vogliono pianificare al meglio la propria vita riproduttiva di prenotare un appuntamento presso il centro in via degli Eroi di Rodi, 214 – Roma, chiamando il numero 06 8415269, per eseguire il 7 maggio gli esami diagnostici gratuiti.