• Varicocele

    Il Varicocele è considerato una causa importante di infertilità maschile. Infatti, ben il 40% dei maschi che presentano alterazioni della fertilità ne soffrono. In molti casi, il varicocele può causare un deterioramento della qualità degli spermatozoi, provocando appunto infertilità nell'uomo che ne è affetto.

    È una dilatazione delle vene che circondano i funicoli spermatici.Tale condizione è molto frequente quando si rinviene un deficit nella mobilità degli spermatozoi. La causa di questa dilatazione non è conosciuta, ma sembra legata a fattori genetici e costituzionali. Il calore ambientale eccessivo può inoltre accentuare tale tipo di danno. Il varicocele d’alta parte passa spesso inosservato perché in genere l’uomo non avverte fastidi. Così, questa condizione ha molto tempo per esplicare i suoi effetti nocivi specialmente quando la scelta riproduttiva avviene in età più avanzata.

    La presenza masiccia di vene intorno ai testicoli provoca un aumento della temperatura nella zona, riducendo la qualità del seme. Tuttavia, il mondo scientifico ancora discute se l'eliminazione di queste vene varicose del testicolo porti o meno ad un aumento della quantità o della qualità degli spermatozoi o ad un aumento delle gravidanze in coppie infertili.

Terapia per l'anovulazione

Durante la terapia per l'anovulazione si somministrano idonee quantità di ormoni ( in genere FSH) per un numero di giorni variabile secondo la risposta individuale della paziente che viene controllata con una serie di ecografie (monitoraggio follicolare) ed eventualmente misurazioni degli ormoni nel sangue (monitoraggio ormonale) nel corso della terapia

Quando si fa:
Nei casi in cui spontaneamente l’ovulazione non si verifica mai o quasi mai.

Perché si fa:

Per ottenere l’ovulazione generalmente di un solo follicolo.

Come si fa:
Si somministrano idonee quantità di ormoni ( in genere FSH) per un numero di giorni variabile secondo la risposta individuale della paziente che viene controllata con una serie di ecografie (monitoraggio follicolare) ed eventualmente misurazioni degli ormoni nel sangue (monitoraggio ormonale) nel corso della terapia. Quando il follicolo ha raggiunto dimensioni mature (intorno ai 20 mm) si consigliano i rapporti sessuali e si somministra un farmaco (HCG) per provocare l’apertura del follicolo e la fuoriuscita dell’ovocita (ovulazione) che potrà essere fecondato.

Risultati:
Le percentuali di gravidanza, nell'arco di sei mesi, con questa terapia, possono giungere al 55% . Una delle situazioni trattabili con questa terapia è la Sindrome dell'ovaio policistico.

Rischi:
Se si sviluppano ed ovulano più di un follicolo sono probabili gravidanze gemellari e raramente l’”iperstimolazione ovarica”

Impegno della coppia:

modesto.