• L’isterosonosalpingografia (HSSG)

    L’isterosonosalpingografia (HSSG) rappresenta una metodica più recente per la valutazione della pervietà tubarica. Si tratta di una procedura ecografica, quindi priva di emissioni di raggi X, nella quale si può utilizzare la semplice soluzione salina sterile come contrasto per la valutazione delle tube.Questa metodica, avendo dimostrato una buona attendibilità e una buona concordanza con isterosalpingografia, laparoscopia e isteroscopia, viene sempre più utilizzata.

    Si tratta infatti di una metodica meno invasiva e, generalmente, meno fastidiosa dell’isterosalpingografia. Inoltre,
    l’assenza di emissione di raggi X consente il tentativo di concepimento anche immediatamente dopo l’esecuzione della stessa. Alcuni lavori in letteratura, addirittura, descrivono un incremento del tasso di gravidanza spontanea nei mesi successivi all’esecuzione dell’HSSG, probabilmente per un effetto benefico di “lavaggio” della tube stesse. L’esame, inoltre, fornisce informazioni sulla cavità uterina e sulla morfologia delle ovaie (non valutabile mediante ISG). L’assenza del mezzo di contrasto iodato rende questa metodica meno rischiosa dell’ISG, in quanto non c’è il rischio di incorrere in reazioni allergiche. Un ulteriore vantaggio della metodica è rappresentato, inoltre, dall’essere meno fastidiosa dell’ISG. Il principale limite dell’HSSG è rappresentato dall’essere molto “operatore dipendente”; si tratta infatti di un esame dinamico, che va quindi interpretato durante l’esecuzione dello stesso e che va pertanto eseguito da operatori molto esperti nella metodica. La nostra esperienza in proposito è molto ampia, pertanto eseguiamo questo esame come prima scelta per verificare la pervietà tubarica.

     

     

Aborto spontaneo

ABORTO SPONTANEO

Il 50-70 % degli aborti spontanei sono dovuti alla presenza di un corredo cromosomico difettoso uno dei gameti (ovociti o spermatozoi) e poi nell’embrione che si forma

Nelle donne con meno di 35 anni la maggior parte delle anomalie sono quelle di tipo strutturale e sbilanciate dei cromosomi, quindi con materiale genetico in più o in meno rispetto alla normalità. Ciò può dipendere dall’essere portatrici di una aberrazione cromosomica di tipo  “bilanciata”, cioè corretta e che quindi non provoca nessun danno alla persona che la presenta.  Accade  però che durante la fecondazione con i gameti di quella persona portatrice l’assetto cromosomico si “sbilancia” provocando  la formazione di un corredo cromosomico anomalo nell’embrione che si sviluppa.

Negli embrioni che formano le  donne con più di 35 anni si è evidenziato invece un aumento delle anomalie nel numero dei cromosomi (aneuploidie) ed in particolare delle trisomie (la presenza di un intero cromosoma in più), e che quasi sempre non portano ad un prodotto del concepimento vitale ( ad esempio la trisomia 21, responsabile della Sindrome di Down). In questo caso non vi è un errore del corredo cromosomico che viene trasmesso, ma questo danno si crea come evento casuale durante la formazione dell’ovocita   (in particolare durante il meccanismo della Meiosi). Accade  per una serie di  eventi legati all’invecchiamento di quelle cellule che poi faranno sviluppare  appunto gli ovociti, da troppo tempo  in attesa di maturare .

L’età della donna in questo tipo di aborti è quindi l’unico elemento significativo che ci indica un aumento del rischio di avere gameti (ovociti) con anomalie a carico dei cromosomi. Spesso proprio a questo meccanismi sono dovuti gli aborti che si verificano dopo le terapie con la Fecondazione assistita.

Più raramente gli aborti sono dovuti ad anomalie del corredo cromosomico negli spermatozoi.

Una situazione particolare dell’evento abortivo è quello in cui essi si ripetono oltre la terza volta. Si parla in questo caso di poliabortività o abortività ripetuta.

Le cause sono numerose ma nel 50% dei casi esse sono sconosciute.

La poliabortività può  essere dovuta a malformazioni uterine, ipotiroidismo, difetti di coagulazione nel sangue e sembra anche all’aumento delle frammentazioni nel DNA degli spermatozoi.

Il nostro Centro è in grado di diagnosticare molte  cause di poliabortività con analisi e test avanzatissimi per  predisporre le terapie più opportune.

Raccontaci il problema Ti aiutiamo a risolverlo