Psicologia e aiuto allo stress dell'infertilità

  • Categoria principale: cosa offriamo
  • Hits: 3022
  • Stampa, Email

stress

I vantaggi di un percorso di  counselling psicologico

Nella logica di offrire a quanti si rivolgono ad un percorso di PMA il miglior servizio possibile e'  importante trattare, il problema dell'infertilità in un ottica multidisciplinare; e quindi accostare gli interventi psicologi, a quelli di natura tecnica medico-ginecologica. L' obiettivo generale di un percorso di counselling e' quello di valutare e ridurre il livello di stress ed ansia, sperimentato nel periodo di tempo, in cui la coppia si sottopone agli interventi di PMA.

Sara', quindi, necessario individuare dei sotto-obiettivi che i coniugi intendono perseguire. Il counselling, difatti, costituisce un intervento modellato sugli obiettivi da raggiungere in un breve tempo,  cosi da avere un intervento perfettamente calzante alle peculiari esigenze di chi vi partecipa.

La fase diagnostica

L’ attività  diagnostica e' tesa a valutare l' intensità dello stress e dell'ansia  sperimentato dalla coppia, nel periodo in cui si sottopone alla PMA.

Questa valutazione viene effettuata tramite la somministrazione di due questionari  il primo è il F.P.I (The Fertility Problem Inventory) di Cristopher R. Newton e collaboratori,  e il secondo costituisce la versione italiana dello S.T.A.I. (Inventario per Ansia di  Stato e di Tratto),  Forma Y.

In particolare, con il primo questionario sarà possibile indagare lo stress percepito e relativo all’ infertilità di coppia;  mentre con il secondo, verrà  misurata l’ ansia di stato, sperimentata dalla persona,  nel particolare periodo di vita in cui si sottopone alla PMA.

I risultati di questi questionari vengono calcolati istantaneamente dall'esperto Psicologo e viene restituito un feedback cartaceo e verbale sulle informazioni ottenute.

Gli obiettivi della diagnosi sono due; il primo e' quello di offrire una quantificazione del livello d'ansia e di stress percepito,  a causa dell'infertilità. Il secondo e' quello di avviare una riflessione, su cinque variabili: preoccupazioni sociali, sessuali e relazionali, bisogno di genitorialita' e rifiuto di uno stile di vita senza figli.

La sola fase diagnostica, talora, può risultare sufficiente alla coppia nell'offrire spunti di riflessione,  senza necessita' di ulteriori approfondimenti.

Nel casi in cui sia presente un elevato livello di stress e ansia, ovvero forti discrepanze sperimentate tra i coniugi, viene consigliato un breve percorso di  counselling che accompagnerà gli interventi  di PMA.

Gli incontri di counselling

Gli incontri di  counselling prevedono un approfondimento sulle tematiche emerse in fase diagnostica, generalmente si svolgono in coppia, qualora possibile.

L'obiettivo generale e' quello di riportare l' ansia entro una soglia accettabile e di  favorire l' esplorazione di emozioni connesse a nodi conflittuali,  e particolari circostanze stressanti.

Attraverso la riduzione dell'ansia e dello stress, generalmente si esercita  un’ influenza benefica e distensiva sul corpo della donna e sulle pareti dell'utero.

Per permettere alla coppia il raggiungimento degli obiettivi in tempi brevi, lo specialista Psicologo utilizzerà  lo strumento proiettivo “Test immagini d' arte “di Conny Leporatti, Rodolfo de Bernart  e Michal Dusik.  Questo test, risulta uno strumento originale, che consente di indagare varie aree, legate alla sfera riproduttiva tra cui:  problematiche di coppia, sessuali, familiari e di comportamento; inoltre esplora  la dimensione genitoriale di coppia, ed è in grado di indagare circa i disturbi del comportamento alimentare.

Dr.ssa Silvia Rotondi

Centro infertilità e di PMA Biofertility Contattaci per un consulto

Centro infertilità e di PMA Biofertility

Via degli Eroi di Rodi 214

Roma

Tel/Fax : 06-8415269

email: centrimanna2@gmail.com

Segreteria lun-ven 9 - 13 |15 - 19

FacebookTwitter