Il criptorchidismo - la mancata discesa alla nascita di uno o di entrambi i testicoli nel sacco scrotale

Il criptorchidismo - la mancata discesa alla nascita di uno o di entrambi i testicoli nel sacco scrotale
criptorchidismo
Rappresenta l’anomalia più frequente dell’apparato urogenitale in età pediatrica ed in alcuni casi può associarsi ad altre anomalie del tratto genito-urinario.
Durante la vita fetale il testicolo discende dalla cavità addominale allo scroto, passando attraverso il canale inguinale.
 
Varie cause possono determinarne la mancata discesa quali la brevità congenita dell’arteria spermatica, la mancata formazione dell’orifizio inguinale, un’insufficiente pressione all'interno dell'addome, alterazioni ormonali, e altre più rare.

Il testicolo può fermarsi in un punto qualsiasi del tragitto di discesa che normalmente compie durante la vita fetale e dopo. L’interruzione di questo cammino fisiologico porta perciò ad avere un testicolo collocato in una sede diversa da quella normale. Questa condizione si accompagna ad un alterato funzionamento del testicolo perché si riduce la produzione degli spermatozoi e degli ormoni. Inoltre, il testicolo in una sede diversa può stimolare la trasformazione tumorale delle sue cellule

L'organo che non discende spontaneamente entro il primo anno di vita necessita di una terapia medica (ormonale) e/o chirurgica (orchidopessi) entro il secondo anno di vita, in modo da preservarne la capacità riproduttiva ed evitare l'eventuale insorgenza di tumori.

Per la diagnosi di criptorchidismo è necessaria un'accurata visita pediatrica per valutare la sede e la morfologia del testicolo quando questo è palpabile. Qualora il problema emerga solo in età adulta, è necessario rivolgersi urgentemente all'andrologo.

L’ecografia a livello inguinale e scrotale può risultare d’aiuto soprattutto per valutare la morfologia e per avere conferma la presenza di un testicolo all’interno del canale inguinale, non palpabile all’esame obiettivo. Altro esame utile in alcuni casi è la Risonanza Magnetica dell’addome, soprattutto in quelli in cui la posizione del testicolo è ancora più in alto, cioè nell'addome.

Molto importante per chi ha sofferto di questa condizione è eseguire controlli periodici, anche in età adulta, con una visita andrologica, un’ecocolorDoppler scrotale ed eventuali altri accertamenti.

Raccontaci il problema Ti aiutiamo a risolverlo