• Fecondazione Assistita

    La Fecondazione assistita nasce in pratica nel 1978 ad opera di Robert Edwards ( premio Nobel per la Medicina  nel 2010) che fece nascere la prima bambina al mondo concepita in provetta con una tecnica chiamata Fivet (Fecondazione in Vitro ed Embrio Transfer). Da allora è stato possibile ottenere la gravidanza anche in coppie affette da  infertilità tubarica non trattabile chirurgicamente.

    Una conseguenza innovativa della Fecondazione in Vitro fu la ICSI con la quale inserendo un solo spermatozoo nell’ovocita fu possibile  risolvere quasi tutti i casi di infertilità maschile.

    Leggi tutto...

Farmaci

I farmaci usati per curare l’infertilità sono numerosissimi e continuamente se ne producono di nuovi.

Tra questi citiamo quelli usati per stimolare le ovaie a produrre follicoli come gli ormoni  Gonadotropine quasi uguali a quelle prodotte dal nostro corpo. Sono utilizzati anche nell’uomo. Spesso li associamo ad altri tipi di farmaci in combinazioni o con protocolli molto personalizzati che riescono a formare ovociti di elevata qualità e a creare un endometrio molto recettivo per gli embrioni. Pensiamo che non sia ideale fare a tutte le donne gli stessi protocolli perché ognuna è diversa dall’altra e per dare la massima probabilità di successo ad ognuna la variazione di tipi e quantità di farmaci deve necessariamente essere assai vasta.

Abbiamo fatto una vastissima ricerca su quanto si sa circa i loro eventuali effetti nocivi a distanza : non ci sono prove scientifiche sull’esistenza di collegamenti certi tra questi farmaci ed eventuali malattie a lunga distanza di tempo dal loro uso.

Altri ormoni che usiamo quando necessario nelle dosi adatte a ciascuno sono gli Estrogeni ed il Progesterone.

Antibiotici, Integratori per migliorare la qualità ovocitaria, ormoni per migliorare la riserva ovarica, sostanze per evitare la Sindrome di iperstimolazione ovarica, vitamine sono solo alcuni degli usi che facciamo dei farmaci che scegliamo.

 

Raccontaci il problema Ti aiutiamo a risolverlo