• Quanto incide lo stress della coppia nel buon esito dei trattamenti di fecondazione assistita?

    Dottoressa, nella sua esperienza, secondo lei, quanto incide lo stress nel buon esito dei trattamenti di procreazione assistita? 

    Molte coppie che ho avuto modo di conoscere nella mia esperienza in procreazione assistita, fanno questa domanda. Non ci sono dati scientifici che dimostrano, nello specifico, gli effetti dello stress sull’esito dei trattamenti di procreazione assistita.

    Certamente lo stress, è fonte di preoccupazione e come tale può influire nella buona efficacia dei trattamenti perché crea tensione emotiva nella coppia, occupando lo spazio fertile con paure, preoccupazioni e ansie. Quello che accade nella coppia è proprio come se non si potesse parlare altro al di fuori del problema.

Cure anomalie uterine

CURE ANOMALIE UTERINE

Quando l'utero presenta determinate anomalie  la fertilità può essere ridotta o assente. Le terapie  dipendono dal tipo di anomalia riscontrata. In genere le trattiamo con la chirurgia, che può essere laparoscopica (grossi fibromi e malformazioni, polipi, sinechie) o isteroscopica (malformazioni, polipi, sinechie, miomi sottomucosi).

Disponiamo di strumenti sempre meno invasivi e spesso si può evitare l’anestesia generale.

Quando invece la causa dell’infertilità dipende dalla cervice uterina utilizziamo  cure ormonali o antibiotiche per risolvere il problema. Altre volte pratichiamo   l’Inseminazione intrauterina.

Se la causa dell’infertilità è l’endometrio specie in caso di fallimenti nella PMA si possono usare ormoni particolari e stimolazioni molto personalizzate  in modo da curare endometri poco recettivi per gli embrioni.

Raccontaci il problema Ti aiutiamo a risolverlo